Visto da terni: i futuri assetti della Sanità in Umbria

TRIn merito a tutte le voci e le indiscrezioni che si rincorrono sui nuovi riassetti della Sanità umbra,   Cittadinanzattiva di Terni si impegnerà a fondo affinché la nostra comunità mantenga tutti i servizi per qualificare sempre più un Azienda di alta specializzazione ed anzi si batterà affinché venga ancor più qualificata con l’integrazione di macchinari che oggi non ha quali la Pet (tomografia con emissione di positroni) presente a Foligno e a Perugia.

A Cittadinanzattiva potrebbe interessare poco quanti sono i centri direzionali, quello che interessa ai cittadini sono la partecipazione alle scelte, la trasparenza delle stesse ed un riequilibrio VERO tra i due territori perugino e ternano. Siamo consapevoli che oggi i rapporti con l’Università sono un problema, se da un lato sicuramente rappresentano una risorsa, dall’altro, essendo l’Università un Istituzione che non deve sottoporsi alla verifica democratica, se non al proprio interno, che non risponde esattamente agli interessi dei cittadini che hanno bisogno di cure, ma ad altri interessi, legittimi ma altri, certamente potrebbe rappresentare un ostacolo per il raggiungimento degli obiettivi che invece sono vitali per chi ha bisogno di buona sanità.

Pierpaolo Marconi

Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato

Terni