Terni quest’anno non ha avuto feriti da botti di fine anno e in Umbria solo tre sono stati coloro che si sono rivolti al Pronto Soccorso per ferite lievi.La soddisfazione di Cittadinanzattiva Umbria

bottiTerni  quest’anno non ha avuto feriti da botti di fine anno e in Umbria solo tre sono stati coloro che si sono rivolti al Pronto Soccorso per ferite lievi e guaribili in pochi giorni, un bambino a Perugia e uno a Città di Castello ed una donna  per una consulenza ad occhio. L’Umbria e Terni in particolare risultano tra le poche regioni in controtendenza rispetto ai dati nazionali, che ha visto anche quest’anno consumarsi una tragedia annunciata con due morti e 600 feriti.

L’Impegno di Cittadinanzattiva, insieme alle Forze dell’Ordine ed in particolare l’Arma dei Carabinieri che in questi anni hanno fatto molto per reprimere traffici illegali di botti e per prevenire incidenti con raccomandazioni puntuali sull’uso di quelli legali, ed evitare quindi morti e feriti gravi la notte di S. Silvestro, ha portato risultati positivi. Infatti già l’anno scorso si sono registrati meno feriti, rispetto all’anno precedente,  nettamente migliorata la situazione in Umbria.

Quindi crediamo valga la pena continuare questa battaglia contro l’idiozia di una pratica insensata che provoca danni permanenti alle persone e agli animali e vogliamo anche ringraziare coloro che hanno aderito al nostro impegno cercando di mettere in pratica le nostre raccomandazioni.