L’Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata e l’illegalità, ripartito di recente, si è insediato giovedì 20 aprile mattina a palazzo Cesaroni, a Perugia. Cittadinanzattiva è rappresentata dall’avvocato Silvia Barontini

ULTIM’ORA -L’Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata e l’illegalità ha eletto come presidente Walter Cardinali, referente umbro di Libera Umbria.
L’Organismo opera a supporto della Commissione d’inchiesta ‘Analisi e studi sulla criminalità organizzata, infiltrazioni mafiose, tossico-dipendenze, sicurezza e qualità della vita’.
Dell’Osservatorio, che si è insediato la settimana scorsa, fanno parte Giacomo Leonelli e Sergio De Vincenzi, presidente e vicepresidente della Commissione d’inchiesta; Leonardo Grimani (Anci Umbria); Walter Cardinali (Libera Umbria); Lorenzo Frigerio (Liberainformazione); Luca Ceccarelli (Legambiente Umbria); Pasquale Busà (Sos Impresa); Silvia Barontini (Cittadinanzaattiva Umbria); Francesco Catanelli (Cisal); Marta Lucaroni (Coldiretti Umbria); Giuseppe Flamini (Confartigianato Imprese Umbria); Walter Ceccarini (Confindustria Umbria e Ance Umbria); Luciano Proietti (Abi Umbria).

Walter Cardinali

L’Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata e l’illegalità, ripartito di recente, si è insediato giovedì mattina a palazzo Cesaroni, a Perugia. «Coroniamo – le parole di Giacomo Leonelli, uno dei componenti – un percorso che tutta l’assemblea legislativa ha fortemente voluto, visto che sono stati necessari due passaggi in aula e tutto l’iter è stato accelerato il più possibile per permettere all’Osservatorio la piena operatività nei tempi più rapidi consentiti dagli adempimenti tecnici che era necessario rispettare».

La composizione Per l’insediamento dell’Osservatorio si è riunita la commissione d’inchiesta ‘Analisi e studi sulla criminalità organizzata, infiltrazioni mafiose, tossicodipendenze, sicurezza e qualità della vita’. Oltre a Leonelli, presidente della commissione, fanno parte dell’Osservatorio Sergio De Vincenzi (vice presidente della commissione), Leonardo Grimani (Anci Umbria), Walter Cardinali (Libera Umbria), Lorenzo Frigerio (Liberainformazione), Luca Ceccarelli (Legambiente Umbria), Pasquale Busà (Sos Impresa), Silvia Barontini (Cittadinanzaattiva Umbria), Francesco Catanelli (Cisal), Marta Lucaroni (Coldiretti Umbria), Giuseppe Flamini (Confartigianato Imprese Umbria), Walter Ceccarini (Confindustria Umbria e Ance Umbria) e Luciano Proietti (Abi Umbria). Alla riunione odierna – in sostituzione dei rispettivi rappresentanti – c’erano Iona Cassisi (Libera informazione), Rosangela De Felice (Libera Umbria) e Gabriella Sensi (Sos Impresa).

Presidente in arrivo «L’Umbria – ha aggiunto Leonelli nell’introdurre la commissione – è la prima regione dotata di un Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata e l’illegalità. Uno strumento importante di conoscenza del fenomeno e di diffusione della cultura della legalità, che ha dato buona prova di sé già nella passata consiliatura, ma che è stato potenziato e aggiornato. Dal punto di vista operativo il 27 aprile verrà designato, su indicazione delle associazioni stesse, il presidente dell’Osservatorio e verrà riattivato quanto prima il sito internet che contiene quanto svolto sin qui, con  l’obiettivo che l’attività di monitoraggio del fenomeno e di divulgazione della cultura della legalità sia ripresa in tempi molto brevi».

Contrasto del crimine La presidente dell’assemblea legislativa, Donatella Porzi, ha sottolineato come quella di giovedì sia «una giornata importante per la nostra regione; per lavorare al contrasto del crimine e alla costruzione di una cultura della legalità solida e duratura è fondamentale e indispensabile il rapporto con le associazioni che già operano su questo settore e che vanno ringraziate per la loro azione quotidiana. Con loro infatti va costruita e rafforzata la rete che ha già permesso di tenere saldo – ha concluso – e impermeabile da certi fenomeni il nostro tessuto sociale».