IL TDM DI TERNI PROTESTA. LA SALUTE E’ UN BENE PRIMARIO, NON PUO’ ESSERE SOGGETTO A SPECULAZIONI

       imagesCA9NMXNH    Il sig. A.R. è stato ricoverato il giorno 28 marzo presso il reparto di chirurgia urologia di Terni  per un intervento alla prostata. Effettuata la preparazione preoperatoria tra lunedì e martedì, il paziente che era in lista d’attesa per effettuare l’intervento martedì mattina, alle ore 14,15 è stato avvisato  che il suo intervento non poteva essere effettuato in quanto il personale di sala non era disponibile a prolungare l’orario lavorativo. Pertanto veniva dimesso con data da destinarsi per il prossimo intervento. 

Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato, presa visione della denuncia, si farà, nella prossima riunione con la direzione sanitaria, interprete delle proteste  del cittadino R. e per chiedere spiegazioni di quanto è accaduto. Intanto non si può non commentare che il nostro sistema sanitario è fortemente a rischio sulle spinte di un federalismo non solidale e dei tagli lineari che incideranno fortemente sull’assistenza.  La salute, come l’acqua, o l’aria che respiriamo non sono merci da privatizzare o su cui speculare, sono beni primari per la nostra vita.