Dossier rifiuti 2013 dell’Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva Tariffe fuori controllo: in Umbria la spesa media annua è di 279€, +24,8% rispetto al 2007. Nell’ultimo anno aumenti a Terni (+8%) e Perugia (+3%)

rifiutiDalla Tarsu alla Tares passando per la Tia, cambiano i nomi ma non la qualità della gestione dei rifiuti, con la conseguenza di tariffe fuori controllo. Dal 2007 al 2012, a fronte di un aumento medio su base nazionale del +17,1%, i costi in Umbria sono aumentati del 24,8% con gli incrementi maggiori registrati a Terni (+37%) e Perugia (+17).

In attesa della Tares, che si annuncia come un nuovo salasso, non passano indifferenti gli ultimi colpi di coda di Tarsu e Tia, che “salutano” con un incremento del 2,8% su base nazionale rispetto all’anno passato.

Rispetto al 2011, nel 2012 in Umbria si sono registrati aumenti della Tia sia a Terni (+8%) che a Perugia (+3%), e la spesa media annua del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani (pari a 279€, +5,1% rispetto all’anno passato) è al di sopra della media nazionale (253€).

Italia che vai, gestione che trovi: Il Sud ne produce di meno ma gli costano di più: in media, per pagare la bolletta dei rifiuti si spende di più nelle regioni del meridione (€270), dove l’aumento rispetto al 2011 è stato del 2,3% (+27% rispetto al 2007); seguono le regioni centrali (€255), +1,2% rispetto al 2011 (+15% rispetto al 2007) e il Nord Italia (234€) con un +2,6% rispetto al 2011 (+15% rispetto al 2007).

Di contro, è il Centro che registra la media più elevata in quanto a produzione pro capite di rifiuti: (613 kg), seguito da Nord (533kg) e Sud (495 kg).

I virtuosi della raccolta differenziata, invece, sono le regioni del Nord, nettamente avanti (49%, sostanzialmente in linea con quanto stabilisce la legge) rispetto a Centro (27%) e Sud (21%).

Nello studio realizzato dall’Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva, è stato analizzato il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani in termini di costo sopportato da una famiglia-tipo di tre persone, con reddito lordo complessivo di 44.200€ ed una casa di 100 metri quadri.

L’indagine ha riguardato tutti i capoluoghi di provincia (ad eccezione di Pesaro) nel 2012, ed è disponibile on line su www.cittadinanzattiva.it.

Caro bollette. In media, la nostra famiglia-tipo ha sostenuto lo scorso anno una spesa di 253€ per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, con un aumento del 2,8% rispetto all’anno precedente, con un aumento totale tra il 2007 e il 2012 del 17,1%.

Rispetto ad un anno fa, sono otto le città che hanno fatto registrare incrementi a due cifre: oltre a Bari (+30%), Messina (+22%) e Firenze (+21%), incrementi significativi si sono registrati anche a Novara (+19%), Avellino (16%), Trapani (15%), Milano (14%) e Catanzaro (10%).

Il commento: “La ricerca  mette in luce due tristi realtà”, ha dichiarato Tina Napoli, responsabile politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva. “Da un lato, infatti, emerge con tutta evidenza di quanto sempre più la gestione del ciclo dei rifiuti sia emblematica delle tante contraddizioni di cui è vittima il nostro Paese: il servizio non migliora mentre i costi sopportati dalle famiglie sono sempre maggiori.

Dall’altro, che l’Italia sconta un ritardo ormai grave e conclamato rispetto al resto d’Europa. Da noi, solo il 34% dei rifiuti urbani viene recuperato, rispetto alla media europea del 40%, e la metà dei rifiuti prodotti finisce in discarica, mentre in Europa viene mediamente conferito in discarica il 38% dei rifiuti.

Auspichiamo che questa che sta diventando un’emergenza nel nostro paese diventi una priorità per la nuova classe dirigente e per il nuovo Governo, emergenza che potrà essere affrontata soltanto con la partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini.”

Tutelati: Se hai dubbi sulla Tares, o problemi con le bollette dei rifiuti, consulta la sezione dedicata su www.cittadinanzattiva.it o contatta il nostro centro regionale di tutela. In Umbria è a Spoleto, aperto martedì (15.30–17.30) e venerdì (9.30–11.30). Tel.: 0743/222208, mail: cittattiv.umbria@libero.it.

Regione

Importo medio anno 2012

Importo medio anno 2011

Importo medio anno 2007

Variazione

2011 – 2012

Variazione

2007 – 2012

Produzione pro capite di rifiuti urbani (Kg) 2010 e variazione  rispetto al 2009*

Abruzzo

€ 211

€ 217,5

€ 196

-3,0%

+7,7%

507  (-1,4%)

Basilicata

€ 194

€ 191

€ 172

+1,6%

+12,8%

377  (-1,3%)

Calabria

€ 208

€ 204

€ 170,5

+2,0%

+22%

468  (-0,4%)

Campania

€ 389

€ 378

€ 262

+2,9%

+48,5%

478  (+2,4%)

Emilia R.

€ 248

€ 242

€ 213

+2,5%

+16,4%

677  (+1,7%)

Friuli V.G.

€ 227

€ 229

€ 214

-0,9%

+6,1%

494  (+3,1%)

Lazio

€ 251

€ 262

€ 224,5

-4,2%

+11,8%

599  (+2,0%)

Liguria

€ 256

€ 252

€ 211

+1,6%

+21,3%

613  (+1,3%)

Lombardia

€ 210

€ 202

€ 184

+4,0%

+14,1%

500  (-0,2%)

Marche

€ 191

€ 195

€ 171

-2,1%

+11,7%

535  (-0,4%)

Molise

€ 154

€ 146,5

€ 125,5

+5,1%

+22,7%

413  (-3,1%)

Piemonte

€ 259

€ 252

€ 222

+2,8%

+16,7%

505  (0,0%)

Puglia

€ 284

€ 269

€ 249

+5,6%

+14,1%

525 (-0,4%)

Sardegna

€ 263

€ 263

€ 255

+0,0 %

+3,1%

492  (-1,8%)

Sicilia

€ 303

€ 294

€ 274

+3,1%

+10,6%

517  (+0,2%)

Toscana

€ 276

€ 271

€ 240

+1,8%

15%

670  (+1,1%)

Trentino

€ 199

€ 196,5

€ 175,5

+1,3%

+13,4%

491  (-2,0%)

Umbria

€ 279

€ 265,5

€ 223,5

+5,1%

+24,8%

597  (+1,2%)

Valle d’Aosta

€ 230

€ 230

€ 205

+0,0%

+12,2%

623 (+0,3%)

Veneto

€ 222

€ 223

€ 201

-0,4%

+10,4%

488  (+1,0%)

Italia

€ 253

€ 246

€ 216

+2,8%

+17,1%

536  (+1,1%)

Fonte: Cittadinanzattiva – Osservatorio prezzi & tariffe, 2013                                                                         *Fonte: Ispra, 2012

Città

Spesa 2012

Spesa 2011

Spesa 2007

Variazione

2011/12

Variazione 2007/12

Perugia

€ 311

€ 301

€ 266

+3,0%

+17%

Terni

€ 248

€ 230

€ 181

+8,0%

+37%

Fonte: Cittadinanzattiva – Osservatorio prezzi & tariffe, 2013

Città

Produzione pro capite rifiuti urbani

kg/ab/anno

2011 e variazione su 2010

Raccolta differenziata 2011 e variazione su 2010

Perugia

644,8 (-9,6%)

45,9% (+12,9%)

Terni

606,2 (+1,3%)

32,6% (+0,5%)

Fonte: Cittadinanzattiva su dati Legambiente (Ecosistema Urbano, 2012 e 2011)

Cittadinanzattiva onlus – Ufficio stampa –stampa@cittadinanzattiva.it www.cittadinanzattiva.it

Alessandro Cossu, responsabile (06.36718302 – 348.3347608); Aurora Avenoso (0636718408 – 3483