CITTADINANZATTIVA DELL’UMBRIA ADERISCE AL COMITATO UMBRO VOTA SI’ PER FERMARE IL NUCLEARE . La nota della segreteria regionale ai comitati locali

vota si per fermare il nculeareCari amici,
nella nostra non breve storia, in altri momenti ci siamo confrontati come movimento  con il tema dell’ENERGIA NUCLEARE


Chi c’era nel 1986 visse l’esperienza drammatica della catastrofe di Chernobyl da cui nacquero diverse cose, per quanto riguarda Cittadinanzattiva (allora Movimento federativo democratico):
la campagna per il referendum sui tre quesiti  per il rifiuto dell’energia nucleare nel 1987 e più tardi il Forum per i diritti dei bambini di Chernobyl di Terni (a lungo animato da Pierpaolo Marconi). Due facce dello stesso impegno.
Oggi un nuovo momento importante è di fronte al nostro Paese e alla nostra organizzazione:
il referendum di giugno ci pone ancora una volta di fronte a scelte cruciali per il nostro futuro e per il modello di sviluppo che vogliamo adottare.�
La scelta il nostro movimento l’ha fatta molti anni fa e francamente non credo, indipendentemente dalle  posizioni partitiche e politiche di ognuno, che si possa tornare indietro.
Le drammatiche notizie, ogni giorno di più, provenienti dal Giappone e i conseguenti ripensamenti di molti governi europei credo siano altri elementi  che non si possano sottovalutare.
E’ per questa ragione che ho aderito come Cittadinanzattiva dell’Umbria al COMITATO UMBRO VOTA SI PER FERMARE IL NUCLEARE.
Per questa stessa ragione invito le assemblee territoriali  ad aderire ai Comitali locali che si stanno man mano organizzando su questo tema: tutto ciò ovviamente nel più totale rispetto dell’ autonomia e responsabilità delle singole assemblee che credo caratterizzi la nostra organizzazione.
Sappiamo tutti che il problema non sta solo nel dire NO AL NUCLEARE ma anche e soprattutto   QUALE MODELLO DI SVILUPPO VOGLIAMO, che tipo di ENERGIA, che  tipo di IMPEGNO CIVILE.

Saranno i temi su cui ci confronteremo nelle prossime settimane.

Anna Rita Cosso
Segretaria regionale
Cittadinanzattiva dell’Umbria