A TERNI CITTADINANZATTIVA/TDM FA IL PUNTO….

Dopo mesi e mesi di sollecitazioni da parte del Tribunale per i diritti del malato all’Azienda Ospedaliera per la riparazione degli ascensori per il pubblico in Ospedale, prendiamo atto con soddisfazione che da qualche giorno l’ascensore in questione ha ricominciato a salire e scendere e prestare quel servizio ai visitatori che in tempi come questi, di caldo e disagi vari, è quanto mai essenziale e gradito.

E’ stata data notizia qualche giorno fa che la Regione ha messo a disposizione i famosi 24 milioni di euro per la ristrutturazione dell’Ospedale di Terni, anche questo è un  altro importante tassello nel processo di adeguamento di una Struttura ormai datata e che non risponde più alle esigenze di un Azienda moderna.

Il Tribunale per i diritti del malato auspica che dalle promesse si passi ai fatti, che i soldi vengano investiti nel più breve tempo possibile, che la burocrazia venga snellita, nel rispetto della legalità , senza scorciatoie, come è accaduto per la “cricca” Balducci – Anemone; ma neppure con mille lacci e laccioli burocratici che potrebbe far sì che tutto in Itali diventi una grande “fabbrica di S. Pietro”.  I cittadini ternani hanno diritto di avere una Struttura all’altezza dei bisogni e delle esigenze di oggi.

Un’ Azienda, per esempio, che, se ben strutturata, anche fisicamente e logisticamente  consenta il rispetto degli orari di visita per i parenti e amici,  e consenta ai malati di stare tranquilli nelle ore di visita dei medici e di riposo per i malati.  Possa garantire anche un’assistenza ai pazienti senza la presenza di persone esterne o comunque di controllare la presenza di persone non autorizzate.

Di avere un Servizio di Accoglienza dotato di una struttura dove si possa accettare il visitatore dando ad esso tutte le informazioni necessarie, in una struttura idonea e accogliente dove il cittadino si possa sentire a proprio agio e soprattutto ascoltato senza confusione.

Ancora non è stato trasferito il cosiddetto “repartino” anche se nell’ultima conferenza stampa congiunta Giovannini – Panella è stato assicurato che manca ancora un mese per il “traguardo”.    Gli ascensori sono stati riparati, si comincia dai piccoli traguardi per raggiungere, ci auguriamo, i più grandi risultati.